mercoledì 25 febbraio 2015

Lo spirito cioccolato


Rapimento ed estasi...
Stiamo parlando di persone?
Eh no... parliamo un po' di lui. Spesso il cioccolato scatena passioni ed ossessioni che possono raggiungere una certa intensità... fa sorridere questo a ben pensarci, anche se in realtà... sono rimasta interdetta quando mia figlia mi ha detto: 
"Mamma il cioccolato è magico, perché regala il sorriso." 
Magico... è una giusta parola per tutto ciò che possa donarci un sorriso. Che si tratti di una persona, un animale o una cosa... poco importa, stiamo sorridendo ed è magia.
E' un grande amore quello tra me e il cioccolato... Non intendo solo nel mangiarlo, ma nel vederlo sciogliere, nel lavorarlo, trasformarlo... Sì, mi ispira e mi diverte moltissimo.
L'anno scorso sono rimasta attratta a prima vista da questo libro da scartare in una scatola di cioccolatini Les Marquis, della Maison Ladurée, un libro che ti fa vivere il cioccolato dall'interno... Praticamente stai lì ad ascoltare immerso in una tazza di cioccolata calda e fumante, con i gomiti appoggiati sul bordo, incantato da tutta la storia, gli aneddoti, la lavorazione, le ricette...

Lo spirito cioccolato, un ottimo titolo che mi ricorda che dal cioccolato sono attratta e sono rimasta avvolta in un divertentissimo sodalizio iniziato tanti anni fa facendo cioccolatini per me e per regalarli agli amici...


Poi iniziai a fare le uova di Pasqua...


Infine arrivò quella meravigliosa scoperta che fu il cioccolato plastico 5 anni fa.
Queste furono le mie prime goffe rose, ricordo con tenerezza la fatica per realizzarle, con il cioccolato che si scioglieva in mano...


Continuando nelle mie sperimentazioni ho elaborato la pasta di cioccolato, che mi ha dato piacevoli soddisfazioni...


Nonostante tutte le decorazioni continuo ad amare il cioccolato così com'è...
Oggi ho preso ispirazione proprio dal libro su Ladurée per creare un peccato di gola senza peccatore: si tratta di un dolce senza zucchero, realizzato con cioccolato fondente, in una versione senza zucchero appunto, guarnito con datteri, nocciole, mandorle, noci macadamia, mirtilli essiccati e pistacchi.


Ho versato il cioccolato temperato in stampini per mini torte, per poi guarnire con la frutta secca prima che cristallizzasse.






Bontà senza colpa...
-

martedì 17 febbraio 2015

Volli, fortissimamente volli...



Inutile che vi dica delle bugie... vado abbastanza fiera di questi macarons. Tondi, liscissimi, muniti di un signor collare, buoni davvero, in una parola... perfetti. Ah! quella parola, la perfezione, che non si abbina mai ai dolci che faccio... sono quasi imbarazzanti questi macarons per me che amo guardare, ma non produrre la perfezione... Credo che mi abbiano usato la gentilezza di uscire dal forno così perché sto iniziando a scrivere un libro sui dolci che mi piace fare e non posso fare dolci storti o lanciati, come di solito faccio, ma devo essere un po' più precisina. Mi sto divertendo moltissimo a preparare i dolci per questo libro, le idee sono tante... Nella speranza che tutto vada per il meglio e riesca a pubblicarlo quanto prima sono qui a scusarmi perché il blog rimarrà un po' trascurato, con molto dispiacere. Ma ci rifaremo...
A presto!



-

giovedì 12 febbraio 2015

Cuori di frolla senza glutine


Non c'è pasta frolla più frolla di quella senza glutine... si sbriciola solo a guardarla. Spesso è impresentabile, ma è assolutamente buona e si fa perdonare tutto.
Una decorazione in ghiaccia reale può essere molto adatta, perché tenendo bene insieme tutto il biscotto, in qualche modo ne eviterà facili rotture.
In questo post potete trovare informazioni su come gestire tutti gli ingredienti del cake design senza glutine.


Per la pasta frolla:
INGREDIENTI
2 tuorli
80 gr di zucchero di canna macinato fine (120 se i biscotti non sono decorati)
200 gr di farina di riso senza glutine
100 gr di farina di mais senza glutine
150 gr di burro
la scorza di mezzo limone
acqua quanto basta ad avere un impasto asciutto e compatto (due - tre cucchiai).

Lavorare gli ingredienti nel mixer o nella planetaria, finché non si forma la palla. Lavorare brevemente a mano, appiattire l'impasto, rivestirlo con la pellicola e lasciar riposare in frigorifero un paio d'ore.
Preriscaldare il forno statico a 180°. Stendere la pasta in uno spessore di 6-7 mm e ricavare le forme desiderate.
Cuocere per 20-25 minuti.

La ghiaccia reale va stesa creando prima il contorno e poi riempiendo al suo interno (vedi anche questo post sui biscotti da decorare). Quando è asciutta (il giorno successivo è meglio) si può decorare con colori in polvere senza glutine e alcool a 95 gradi. Il colore tenderà a depositarsi sul fondo del recipiente in cui l'avete messo. Potrete intingere il pennello sulla superficie del liquido per creare una prima passata dello scozzese in tonalità più chiara:


Per la seconda passata andando più a fondo con il pennello avrete una maggiore concentrazione di colore per creare le righe più scure.




-

domenica 8 febbraio 2015

Apertura


E' molto divertente giocare a questo "gioco" per esercitarsi che si chiama Practise bakes perfect su Cookie Connection, il sito di Julia Usher: vengono suggerite delle immagini per far sì che si crei un biscotto ispirato al tema, in questo caso porte ed elementi architettonici, un tema a me molto caro, perché sono un architetto.
Sarà il freddo, sarà la voglia di evasione... ho scelto quest'immagineun cortile marocchino. Non bastava un biscotto a rendere l'idea e ho preferito fare una piccola costruzione...


Un cortile, una vasca piena d'acqua, luci ed ombre... ci sono tutti i presupposti per scatenare la fantasia... Buffo a dirsi ma mentre ti abbassi per fare una foto dentro a un biscotto riesci a vivere l'ingresso in quel cortile, ti colpiscono la luce pura e lo sgorgare dell'acqua... rimani a piedi nudi e ti avvicini alla vasca per toccare l'acqua... sì, vorresti proprio essere lì, invece ti viene in mente che è un biscotto, ti ritiri e ritorni alla realtà... Mentre vai a scaricare le foto ti soffermi davanti ad un tavolo completamente allestito per un buffet di Natale, che ti guarda e ti sgrida perché stai cercando di scrivere un libro di dolci e sei indietro. Ti viene male perché hai deciso di cominciare dal Natale e in più è difficile natalizzarsi in febbraio... per carità, se fosse estate sarebbe ancora peggio...
No, non ne avevo tempo da perdere in distrazioni, ma questa scappatella di biscotti me la sono voluta concedere, è stato molto divertente...
Quindi ben vengano le aperture, architettoniche o mentali che siano ci piace tutto...


I biscotti sono in pasta frolla per decorazioni, il decoro in ghiaccia reale dipinta.


lunedì 26 gennaio 2015

Open your heart, biscotti senza zucchero...


La sfida: riuscire a fare un biscotto senza zucchero evitando di usare edulcoranti...
Sì, diciamolo senza pietà, non è facilissimo fare un biscotto senza zucchero che sia buono davvero senza usare edulcoranti... Per me è diventata una vera e propria sfida, ci sto lavorando da un bel po' e questa volta sono rimasta soddisfatta...
L'altro giorno prendendo il caffè ho notato con piacere che questi biscotti si lasciavano mangiare uno dietro l'altro, buoni come se niente fosse in mezzo alle dolcezze zuccherose di casa mia... una bella soddisfazione.


Ieri mattina invece mi sono alzata prestissimo, anzi veramente... il mio gatto mi ha tirato giù dal letto, così mi sono messa a fare i biscotti, scoprendo con sgomento d'aver finito le uova... Le ho sostituite con mezzo bicchiere d'acqua e il gusto non è stato penalizzato quanto io immaginassi, quindi è un biscotto gradevole anche senza uova. Una frolla senza burro, senza zucchero e volendo senza uova... praticamente un'eresia.
Il segreto sta sempre nella frutta per dolcificare senza zucchero, questo lo avevo capito... ma non avevo ancora utilizzato il succo concentrato di mela, che ha risolto tutti i miei problemi.

INGREDIENTI:
320 gr di farina di kamut (o come vi piace)
60 gr di farina di pistacchi (ho provato anche con 30 gr di farina di mandorle e 30 gr di farina di cocco, buoni...)
1 bustina di lievito per dolci
1 uovo intero e 2 tuorli
60 gr di succo concentrato di mela
60 gr di sciroppo di riso
60 gr di olio extravergine d'oliva
1/2 bacca di vaniglia
la scorza di mezzo limone non trattato

PROCEDIMENTO:
Ho lavorato gli ingredienti nella planetaria per pochi minuti, poi ho impastato brevemente a mano.
Formato un panetto l'ho lasciato a riposo per mezz'ora in frigorifero.


Per ottenere il decoro ho usato questo simpatico martello.


Stesa la sfoglia cosparsa di maizena, ho impresso il disegno e poi ritagliato a tondi smerlati.


Cottura in forno statico a 180° per 20-25 minuti, oppure in forno ventilato a 160° per 15-20 minuti, fino a doratura.


Il biscotto senza zucchero può essere un ottimo supporto per la decorazione... Il prodotto che ne deriva è equilibrato e non stucchevole.


Quale ingrediente migliore dell'oro commestibile per rappresentare ciò che nascondiamo nel cuore? E' molto simile a un tesoro...
La decorazione invece è in ghiaccia reale, i cuori che a poco a poco si aprono sono in ostia (wafer paper).


Apri il tuo cuore...
e mangiati un biscottino, ti mette il buonumore!




-