mercoledì 15 giugno 2016

Un mese insieme alle rose


Insieme alle rose e al loro profumo...
Mi è rimasto ancora in mente il profumo di tutte le rose di questo mese. Un po' le ho lasciate seccare e le tengo in un piatto proprio in questa stanza. Profumano ancora e si lasciano ricordare. 
Non sono rose qualunque: sono rose da sciroppo e il loro aroma è corposo, intenso. Ti rapisce. Messo insieme al cioccolato dà vita a un vero e proprio sequestro di persona, perché non riesci a liberarti... :)
Per tutto l'ultimo mese, finché sono state reperibili al mercatino biologico, le ho impiegate ogni volta che ho potuto e in questo post vi mostro cosa ne è venuto fuori, senza dar peso a ricette e spiegazioni tecniche. Altri dolci con le rose erano nel post del mese scorso.
Ad esempio le ho utilizzate insieme a questo pane con poco lievito, che faccio per colazione. In questo caso è rosa, sono presenti nell'impasto delle fragole frullate.


Una volta steso, l'ho stampato con un mattarello, per poi tagliarlo a rombi e triangoli.



Una parte di impasto ha accolto i petali di rosa...


Ecco l'aspetto dopo cottura:


Poi ho realizzato questo gruppo di dolci a tema, in parte ispirandomi alla rosa che è qui in vaso.




La torta più piccola è integralmente ricoperta di petali in pasta di cioccolato, mescolata con pasta di pistacchio.



Le piccole rose qui nell'alzata sono in ghiaccia reale, mentre al piano più basso ci sono cupcakes con rose in pasta di cioccolato.




Questa torta è glassata con un mix di ganache di cioccolato fondente e marmellata di fragole, decorata con piccole rose in ghiaccia reale e foglie di pasta di pistacchio.



Infine due torte simili, costruite nello stesso modo: il rivestimento del bordo esterno è in pezzi separati e poi sovrapposti di pasta di cioccolato fondente. Le rose hanno dato il tocco di colore e di profumo, un profumo che si sentiva anche al di fuori della scatola... davvero magico insieme al cioccolato.


Nella seconda torta, a due piani, i pezzi di pasta di cioccolato sono decorati da farina di pistacchio, invece che stampati e le rose ricoprono l'intera superficie.





La stagione di queste rose purtroppo è terminata, non resta che attendere l'anno prossimo...



-

sabato 28 maggio 2016

Le rose in dolcezza: dessert table senza glutine


Quello che si sa è che la vita ha una bellezza tutta particolare in certe situazioni, bellezza che molto spesso si nasconde, facendoci vivere in uno stato non propriamente stimolante. A volte la ritrovi, nelle cose di tutti giorni o nelle cose importanti che cambiano l'esistenza, oppure la ritrovi in qualcosa, o negli occhi di qualcuno e quello sguardo accende uno stato d'essere differente: è vita.
A casa mia le emozioni danno vita a ispirazione ed io, come ho già detto tante volte, mi faccio interprete di qualcosa che non dipende nemmeno dalla mia volontà e mi coinvolge a far dolci.
C'è una via a Genova che si chiama Via Cesarea e lì si svolge al giovedì un mercatino biologico. Tra questi banchi c'è n'è uno che in maggio vende bellezza e profumo a peso, oltre a una certa dose di ispirazione... le rose.
Sono irresistibili e ti viene sempre voglia di usarle in qualche modo...


L'emozione di quando fai gli esperimenti è unica...
Ci sono queste rose profumatissime appoggiate sul mio tavolo da lavoro. Profumano tutta la stanza.
Sto pensando a come usarle su questa torta che ho voglia di fare... (che qui sembra già fatta, ma in realtà è solo un pensiero che si è concretizzato...).


Così diventa un piccolo dessert table... profumato, buono.



Mi sono divertita molto a fare e comporre questa torta...
Ho alterato la ricetta del Pan di Spagna senza glutine, mettendo più albume, per averlo più chiaro possibile.
Utilizzando metà dose di quella ricetta (viene una torta per 8 persone) e lo stesso procedimento, ho sostituito con due albumi i due tuorli che si aggiungono in un secondo momento. Invece della vaniglia, per l'aroma ho usato un cucchiaio di sciroppo di rose.
Ho rifasciato di carta forno una teglia quadrata da 22 cm e ho versato uno strato molto sottile di impasto del Pan di Spagna (circa un cm).
Poi ho appoggiato i petali sulla crema... e ho cotto in forno ventilato a 175° per 20 minuti.


Chiaramente mentre mettevo sopra i petali avevo ben chiaro che in forno si sarebbero scoloriti (anche se pensavo peggio!), però vederli così belli sopra allo strato di crema mi ha ricordato che posso usarli ad esempio su una crema pasticcera... elegantissimi.


Ecco il prodotto finale.
Non mi è chiaro per quale ragione alcuni petali si siano scoloriti più di altri, ma il risultato mi è piaciuto, non solo visivamente, ma anche per il gusto. La rosa conserva il suo aroma.


Una volta cotto il Pan di Spagna rimanente in una forma in carta da 15 cm di diametro, ho preso la misura dell'altezza e tagliato delle strisce corrispondenti.


Ho farcito il Pan di Spagna con ganache al cioccolato e ho utilizzato la stessa ganache per fissare le fette con i petali alla torta.


Ho completato la decorazione con due rose e petali di rosa brinati con albume pastorizzato e zucchero di canna.



Gli stessi petali hanno si sono appoggiati alle meringhe su bastoncino, rendendole speciali...



Sono golose come caramelle e molto di più queste rose in ghiaccia reale su foglie di pasta di cioccolato al pistacchio...




Per ultime queste delizie, che ho ottenuto dalla composizione di pasta di cioccolato e petali di rosa...


Spuntano da degli oblò i petali intrappolati tra due sfoglie...



Qui la pasta di cioccolato si è mischiata a ritagli di petali...


Infine le ultime sfoglie, ottenute stendendo con il mattarello su un foglio di pellicola per inglobare i petali...




Servite in pirottini di carta potranno sostituire degnamente dei cioccolatini.
Conservatele in frigorifero fino a mezz'ora prima di servirle, così i petali manterranno la loro freschezza.



Bellissima e divertente esperienza... adoro le rose. :)




-